Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

NUOVE MISURE DI INGRESSO IN ITALIA DALL'ARGENTINA

Data:

01/04/2022


NUOVE MISURE DI INGRESSO IN ITALIA DALL'ARGENTINA

NORMATIVA SUGLI SPOSTAMENTI TRA L'ITALIA E L’ARGENTINA
(Aggiornamento 1mo aprile 2022)

INGRESSO IN ITALIA DALL’ARGENTINA
(Disposizioni in vigore al 30 aprile 2022)

 

La disciplina generale italiana per gli spostamenti da/per l’estero è contenuta nell’Ordinanza 22 febbraio 2022 del Ministero della Salute, in vigore fino al 30 aprile 2022 (proroga contenuta nell'Ordinanza 29 marzo 2022).

 

In assenza di sintomi compatibili con COVID-19, l'ingresso in Italia è consentito a condizione di presentare al vettore, al momento dell’imbarco, e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli la seguente documentazione:

1) il formulario digitale di localizzazione del passeggero (digital Passenger Locator Form o dPLF), mediante visualizzazione dal proprio dispositivo mobile oppure in copia cartacea;

2) una delle seguenti certificazioni:

    a) Vaccinazione completa con vaccino autorizzato dall’EMA, effettuata da meno di 9 mesi (Certificazione Digitale UE o certificazione equivalente per le autorità italiane);

    b) Vaccinazione completa con vaccino autorizzato dall’EMA e dose di richiamo (cd. booster), in formato Certificazione Digitale UE o certificazione equivalente per le autorità italiane;

    c) Guarigione da COVID-19, da meno di 6 mesi (formato Certificazione Digitale UE o certificazione equivalente per le autorità italiane);

    d) Risultato negativo di test molecolare condotto con tampone nelle settantadue (72) ore prima dell’ingresso in Italia o test antigenico condotto con tampone nelle quarantotto (48) ore prima dell’ingresso in Italia.

In caso di mancata compilazione del dPLF, il vettore può rifiutare l’imbarco.

In caso di mancata presentazione di una delle certificazioni di cui al punto 2, l’ingresso in Italia è possibile ma con obbligo di:

  •     quarantena presso l'indirizzo indicato nel dPLF, per un periodo di cinque (5) giorni,
  •     sottoporsi a un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone, alla fine di detto periodo.

 

Le certificazioni di cui al punto 2 possono essere esibite in formato digitale o cartaceo.

I minori al di sotto dei 6 anni di età possono entrare in Italia senza ulteriori formalità e sono sempre esentati dall’obbligo di test molecolare o antigenico.

Per maggiori informazioni, consultare il sito web VIAGGIARE SICURI


406